iscriviti alla
NEWSLETTER

 

Tieniti aggiornato su tutte le offerte e le novita'



Sono interessato a

Acconsento al trattamento dei dati personali

@
CONTATTACI

 
Calcola Preventivo
Data di arrivo
notti
camere
adulti
bambini
codice cliente
special code

Mangiare bene con i prodotti tradizionali della Romagna

“Tutti a tavola!” ecco il motto per chi vuole trascorrere una vacanza in Romagna, dove la buona cucina  è una caratteristica della tradizione legata al territorio. Non solo mare quindi, ma soprattutto piatti da gourmet, che hanno il sapore dei prodotti dell’entroterra.
La Romagna è famosa per i suoi vini rossi e bianchi, in particolare il Sangiovese, il Trebbiano, la Cagnina, il Pagadebit e l’Albana, inoltre sono da assaggiare i vari liquori e i distillati.

Un altro prodotto tipico è l’olio extravergine di oliva delle Colline di Romagna DOP, prodotto con olive coltivate nei territori collinari della provincia di Rimini, nei pressi dell'area costiera e nelle fasce collinari della provincia di Forlì Cesena. Un olio ottimo per condire tutte le pietanze e delizioso sul pane. L’entroterra produce anche un eccellente miele: quelli tipici sono il miele del crinale dell'appennino emiliano romagnolo, il miele di erba medica della pianura emiliano romagnola, il miele di tiglio e il miele vergine integrale. Chi passa in Romagna non può non assaggiare i formaggi freschi come lo Scquacquerone e il Ravaggiolo – due formaggi molli delicati – e il più saporito formaggio di fossa  di Sogliano al Rubicone, prodotto unico che si ottiene dalla fermentazione delle forme in fosse tufacee. Oltre ai formaggi, i prodotti tradizionali della Romagna sono la pasta sfoglia all’uovo fatta a mano dalle “Azdore” (le donne di casa, abili cuoche) – da provare le tagliatelle al ragù di carne, gli strozzapreti al pomodoro e cannocchie, i tortelloni, gli orecchioni e i garganelli. Regna su tutti il cappelletto romagnolo in brodo, secondo alcuni con ripieno esclusivamente a base di formaggi, secondo altri con l'aggiunta di maiale. Il prodotto tipico romagnolo per eccellenza  è la famosissima e apprezzatissima piadina – il pane semplice che accompagna tutti i piatti  e che può essere consumato come pietanza, farcito con insaccati, formaggi e verdure. La piadina varia per composizione e spessore dell’impasto, a seconda delle tradizioni nelle diverse città e province di Romagna: man mano che si procede verso l'entroterra diventa più alta e piccola, fino a poter essere incisa ed imbottita, quasi fosse un panino.

I golosi saranno appagati dai dolci tradizionali di queste terre, consumati immancabilmente alla fine di ogni pasto, come la ciambella, perfetta anche a colazione e a merenda. La ciambella romagnola si distingue dalle altre per la tipica forma ellissoidale senza buco al centro e la granella di zucchero in superficie. Si consiglia di accompagnarla ad un bicchiere di rossa Cagnina. Da inzuppare nell’Albana dolce invece sono gli zuccherini, biscotti semplici e secchi. Dall'antica tradizione contadina proviene anche il Migliaccio (o burleng) che nasce dall'impasto di farina di castagne, fichi secchi, pinoli, nocciole, mandorle dolci, uva passa, cioccolato fondente, canditi tritati finemente, marmellata di cotogne, saba e sangue di maiale (oggi sostituito con liquori). Altro dolce tipico è la zuppa inglese, che, a dispetto del nome, è un dolce della campagna, ottenuto lavorando i rossi d'uovo con lo zucchero, aggiungendo farina e latte ed immergendo nella crema pasticcera ottenuta i savoiardi intinti nell'alchermes o nel rosolio bianco.

Per tutti i viaggiatori che hanno deciso di dedicarsi alla scoperta della buona tavola, l’Emilia-Romagna riserva deliziose sorprese, infatti, oltre alla tradizione culinaria romagnola, tutta la regione è rinomata per una varietà di prodotti tipici italiani che la rendono unica e meritevole di essere visitata. A tutti i gourmet e i buongustai…”buone” vacanze!

Risorse Utili:

Prodotti enogastronomici

Prodotti tipici regionali

> soggiorni slow travel

> Pacchetti