iscriviti alla
NEWSLETTER

 

@
CONTATTACI

 
Calcola Preventivo
Data di arrivo
notti
camere
adulti
bambini
codice cliente
special code

Mangiare bene con prodotti tipici della Romagna

Una vacanza in Romagna è sempre un’esperienza che appaga tutti i sensi, in particolare il gusto. Una terra, la Romagna, che regala ottimi prodotti tipici, base di gustosi piatti legati alla tradizione. Il simbolo gastronomico di queste zone è senza ombra di dubbio la piadina, una schiacciata dagli ingredienti semplici, composta di farina di grano, acqua e sale. La piada classica romagnola è tirata sottile col matterello e cotta sul testo a fuoco ardente. Il testo è un’antica teglia di terracotta, dal basso orlo. Mentre la piada contadina è a base di farina, strutto, bicarbonato e zucchero, la più rustica si prepara, invece, senza strutto e con l'acqua al posto del latte. C'è comunque un segreto, semplice e pratico per gustare la piadina nella sua impareggiabile fragranza: consumarla calda, al massimo dopo tre minuti dalla cottura. Oggi la piadina (o piada) è difficilmente catalogabile: variante del pane, può essere uno spuntino da sola o imbottita, oppure diventare crescione ripieno di verdure, formaggi, insaccati, creme dolci e chi più ne ha più ne metta! E ancora può trasformarsi per essere addentata anche dai più convinti vegetariani sostituendo il tradizionale strutto con l’olio d’oliva o latte di soia. A testimoniare la vitalità e tipicità della piada vi è anche il fatto che esistono numerose ricette e modi di prepararla che variano da località a località. Un breve excursus di stili: partendo dalla costa riminese - dove la piadina è sottile e viene chiamata solitamente piada – questa diventa più spessa procedendo verso il cesenate, il forlivese e a nord sulla costa verso Ravenna, fino a salire sulle colline e poi sulle montagne. Grossa tanto da essere tagliata a metà per stendervi un buono strato di Squacquerone di Romagna ( in dialetto Squaquaron), un formaggio molle dal sapore delicato di latte e dalle origini antiche, prodotto prevalentemente in campagna.

Passando ad un formaggio più saporito, inconfondibile il tipico formaggio di fossa di Sogliano al Rubicone, prodotto unico che si ottiene dalla fermentazione delle forme in fosse scavate nel tufo. Come non menzionare a questo punto l’olio extravergine di oliva delle Colline di Romagna DOP - prodotto con olive coltivate nei territori collinari della provincia di Rimini - ottimo per condire tutte le pietanze e delizioso da gustare crudo sul pane. Un piatto tipico della tradizione romagnola è la pasta sfoglia all’uovo tirata a mano: da provare le tagliatelle al ragù di carne, gli strozzapreti al pomodoro e cannocchie, i tortelloni, gli orecchioni e i garganelli. Irrinunciabile per chi decide di trascorrere le vacanze sulla costa romagnola è un buon fritto di pesce azzurro: deliziosi i sardoncini fritti o i “bianchetti”all’aceto balsamico, da sgranocchiare anche a passeggio, avvolti nel classico cono di carta assorbente gialla.


Piadina, formaggi, olio d’oliva, pesce azzurro e ovviamente buon vino: i colli romagnoli producono ottimi bianchi e rossi, come Sangiovese, Trebbiano, Cagnina, Pagadebit ed Albana. Per concludere in dolcezza non può mancare la regina dei dolci tradizionali di queste zone, ovvero la ciambella, che si distingue dalle altre per la tipica forma ellissoidale senza buco al centro e la granella di zucchero in superficie. Si consiglia di accompagnarla ad un bicchiere di rossa Cagnina. Da inzuppare nell’Albana dolce invece sono gli zuccherini, biscotti semplici e secchi che non mancano mai sulle tavole a fine pasto. Una Romagna da provare, non solo per il mare!

Risorse Utili:

Prodotti tipici regionali 

Prodotti enogastronomici

Prodotti gastronomici

Slow Tourism

 

> soggiorni slow travel

LASTMINUTE 29 LUGLIO - 9 AGOSTO

Per disdetta 2 camere in promozione

1 matrimoniale pensione completa €63 a persona
1 camera familiare pensione completa all inclusive: €89 per adulto + bimbi gratis

Chiama subito il numero 0541/732774

 

> Pacchetti