iscriviti alla
NEWSLETTER

 

@
CONTATTACI

 
Calcola Preventivo
Data di arrivo
notti
camere
adulti
bambini
codice cliente
special code

Mostre in Romagna: turismo culturale in Riviera Romagnola

La Riviera Romagnola è il luogo ideale dove gastronomia, sole e mare si uniscono alla cultura. Infatti, la Riviera offre – oltre alle classiche e famose località balneari per eccellenza come Rimini, Riccione, Cesenatico, Cattolica e Cervia – itinerari all’insegna della storia, che si estendono e caratterizzano anche nell’entroterra. Il turismo culturale in Romagna si sviluppa tra borghi, rocche, chiese , monumenti e reperti storici.
Rimini, il capoluogo romagnolo e la prima colonia romana della Pianura Padana, è una città dalla doppia valenza: storico-culturale - per i suoi numerosi tesori artistici di epoca romana e rinascimentale -,  e balneare - con i suoi 40 km di spiagge. La storia del centro storico di Rimini risale ai Romani nel 268 a.C. che la chiamarono “Ariminum”. Dopo un periodo bizantino, si affermò nel Medioevo come libero Comune e intorno al sec. XIV prese il dominio della città la famiglia Malatesta, grazie alla quale Rimini conobbe un periodo di splendore artistico e culturale. Proprio durante questo periodo a Rimini gravitarono artisti eccellenti come il Brunelleschi, Piero della Francesca e Leon Battista Alberti.  Con il passaggio di potere allo stato Pontificio nel sec. XVI si interruppe questo momento magico della storia riminese. Agli inizi del ‘900 si assiste ad un nuovo sviluppo della città grazie alla creazioni di numerosi stabilimenti balneari e l’apertura delle linee ferroviarie. Oggi Rimini è sostanzialmente costituita da due nuclei: quello del centro storico e quello verde e ricco di stabilimenti balneari di Marina Centro.
Territorio della Signoria dei Malatesta, Rimini è meta del turismo culturale anche per i suoi monumenti storici di epoca romana e medievale. Gli emblemi della città sono il Tempio Malatestiano e l’Arco D’Augusto. Monumento simbolo della città il primo, è ritenuto tra le più importanti opere del Rinascimento. Restaurato da Leon Battista Alberti  a metà ‘400 per volere di Sigismondo Malatesta, conserva al suo interno opere di artisti importanti come Agostino di Duccio, Giotto e Piero della Francesca. L’Arco di Augusto, invece, è il più antico degli archi romani superstiti ed è ancora oggi fiancheggiato da colonne e sormontato da un timpano. Eretto nel 27 a.C in onore di Augusto, restauratore della via Flaminia che proprio in questo punto si univa con la via Emilia. Per concludere la visita alla Rimini antica non può mancare la visita alla piazza principale: Piazza Cavour, attorno alla quale sono localizzati quasi tutti i monumenti rinascimentali della città, come il Palazzo dell'Arengo e quello del Podestà.
Rimini è stata importante anche per la storia del cinema: un museo dedicato all’indimenticabile regista Federico Fellini è aperto ai turisti tutto l’anno e raccoglie alcuni costumi dei suoi più celebri film, nonché locandine e foto dai set, così come i disegni preparatori di parte dei suoi film. Non poteva mancare una copia del Libro dei sogni.
Tra le mostre d’arte a Castel Sismondo di Rimini sono da segnalare: Parigi. Gli anni meravigliosi – Impressionismo contro Salon (23 ottobre 2010 – 27 marzo 2011): come vivevano gli artisti a Parigi nella seconda metà dell’Ottocento. Esposti Cézanne; Monet; Van Gogh. Caravaggio e altri pittori del Seicento – Capolavori dal Wadsworth Atheneum di Hartford (23 ottobre 2010 – 27 marzo 2011). Gianquinto – Opere rare (23 ottobre – 8 dicembre 2010). Nunziante – Dal Caravaggio (11 dicembre 2010 – 30 gennaio 2011). Ricchi di storia anche i comuni della provincia di Rimini, come Santarcangelo di Romagna,  famoso per le grotte scavate nel tufo del colle Jovis che traforano il centro storico. Accanto alle grotte si erge la bella chiesa collegiata, costruita nel '700, dove sono conservati un crocifisso di scuola giottesca e un polittico di Iacobello da Bonomo datato 1385 con i dipinti del Longhi e del Cagnacci. Da visitare tutto il centro storico sul colle, con le sue strette vie dette "contrade". La torre dell'orologio o Campanone, dell'800, è testimonianza del simbolo laico della città. Poco lontano è la rocca Malatestiana, dove la leggenda vuole che si consumasse la vicenda di Paolo e Francesca, raccontata da Dante Alighieri nel celebre Canto V della Divina Commedia.
In Emilia - Romagna ci sono moltissimi centri “minori” di interesse storico, artistico e naturalistico fra cui: Brisighella in provincia di Ravenna. Il Borgo si trova ai piedi di una roccia a tre spuntoni di cui uno regge la torre dell’orologio, l’altro la rocca ed il terzo un santuario mariano. Dozza: un piccolo borgo medievale immerso nelle colline imolesi, molto piccolo ma caratteristico per gli affreschi che si trovano all’esterno delle abitazioni civili realizzate da artisti locali. Bertinoro: un antico borgo medievale sito in posizione panoramica, dove si possono visitare la rocca, il palazzo comunale e la cattedrale del cinquecento. Parco del Delta del Po: istituito nel 1988, comprende le province di Ferrara, Ravenna oltre a nove comuni . Al suo interno il parco racchiude interessanti testimonianze non solo naturalistiche e paesaggistiche ma anche artistiche. Oltre 300 le specie di uccelli ed alcuni mammiferi fra cui il “cervo delle dune”.

Risorse Utili:

Turismo enogastronomico

Percorsi enogastronomici

Mercatini Romagna

Viaggi enogastronomici

Enogastronomia Turismo

Pacchetti enogastronomia

Slow Tourism

Gastronomia Romagna 

Tradizioni Romagna 

 

> soggiorni slow travel

LASTMINUTE 29 LUGLIO - 9 AGOSTO

Per disdetta 2 camere in promozione

1 matrimoniale pensione completa €63 a persona
1 camera familiare pensione completa all inclusive: €89 per adulto + bimbi gratis

Chiama subito il numero 0541/732774

 

> Pacchetti